Lavori in corso e fotografi al lavoro.

Posted on Posted in blog

Inizio questo post scusandomi con chi ha cercato di vedere le fotografie nella pagina “Weddings” di questo sito nelle ultime due settimane. Impiegavano davvero molto tempo a caricarsi, anche se il peso non era tanto ne ho caricate molte, troppe per una singola pagina, per cui in questo fine settimana ho modificato l’architettura della pagina in modo diverso, dovrebbe essere così molto più fruibile, nei singoli matrimoni c’è ancora alcuni secondi da aspettare prima che tutte le foto siano visibili, …è ancora work in progress, ma è sicuramente meglio. Chi si occupa di siti internet riderà di queste inezie, ma ognuno ha i suoi tempi e le conoscenze in materia di webdesign sono quelle che sono, anche se la soddisfazione per ogni progresso è tanta ogni volta.

Finisco questo articoletto con un video. Ho letto stamattina un articolo in cui un giornalista che si occupa di comunicazione parlava di come l’occhio di chi si occupa di immagini, nel video in questione un fotografo, sia più attento ai dettagli di quanto non lo sia un non professionista..

Si tratta di un esperimento, (non so quanto pilotato) per il lancio di una nuova stampante della Canon. In sostanza hanno posto dietro ad una stampa di una fotografia una telecamera che legge l’eye tracking, il movimento degli occhi, di chi si poneva di fronte alla stampa per guardarla, e hanno riprodotto poi i movimenti degli occhi su carta. Il risultato di questo test è che il fotografo in questione ha guardato molti più punti rispetto ad uno studente di una scuola di fotografia e tantissimi punti in più di una persona che si occupa di altro.. Ora, …d’accordo il video non significa nulla, il fotografo del video è uno, e definirsi tale non da il patentino di persona che “vede” le cose rispetto agli altri che non sono fotografi, poi come faceva notare Luca Pianigiani, autore dell’articolo, nel mestiere di fotografo il vedere è una parte del lavoro che si realizza a pieno quando il “visto” viene trasferito agli altri, però il video è carino.

Alla prossima